Incentivi sulle colonnine: è arrivato l’Ecobonus

Sono arrivati gli incentivi! Finalmente anche l’Italia, come molti altri paesi Europei, sceglie la strada degli interventi statali per contribuire alla diffusione delle auto elettriche e delle infrastrutture di ricarica.

ECOBONUS ED ECOTASSA: DUE FACCE DELLE STESSA MEDAGLIA
Lo Stato Italiano ha deciso di utilizzare un meccanismo che ruota attorno alle emissioni di CO₂ e quindi premia i “buoni” – cioè gli automobilisti che comprano auto con emissioni ridotte o nulle – e punisce i “cattivi” – cioè chi compra le auto più inquinanti presenti sul mercato (emissioni di anidride carbonica superiori a 160 g/km).
Qui trovi l’elenco completo delle macchine che usufruiranno dei bonus, sia con la rottamazione che senza.

INCENTIVI SULLE COLONNINE
La legge prevede anche una detrazione fiscale del 50% (nell’arco di 10 anni) sulle spese che vengono sostenute per l’installazione di colonnine domestiche (qui trovi tutte le informazioni), con un tetto massimo di 3000 euro.
In pratica si possono risparmiare dalle tasse fino a 150 euro all’anno per 10 anni.
Questo incentivo copre tutte le spese:

  • acquisto della colonnina
  • posa in opera
  • costi iniziali per la richiesta al gestore di una potenza di erogazione addizionale fino a 7kW.

La detrazione può essere richiesta anche se si sceglie di installare i punti di ricarica nelle parti comuni degli edifici condominiali. Non ci sono restrizioni per quanto riguarda il numero di punti di ricarica presenti sulla colonnina, a patto però che rimanga privata e non aperta al pubblico.

QUANDO: I TEMPI DELLA BUROCRAZIA
La legge è stata approvata dal parlamento e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 31 dicembre 2018.
Il testo delle legge si può trovare qui, a pagina 177.
Entrerà in vigore a partire dal 1 marzo 2019 e prevederà degli incentivi economici così suddivisi: lo Stato stanzierà, fino a esaurimento fondi, 60 milioni di euro per il 2019 e 70 milioni di euro per il 2020 e il 2021.

COME SI RICHIEDE
Non sono ancora state comunicate con esattezza le modalità con le quali chiedere e ottenere questa detrazione.
In ogni caso si tratta solo di attendere qualche giorno in più: queste informazioni saranno reperibili entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge, cioè all’inizio di maggio 2019.
Vi terremo sicuramente aggiornati!